Il progetto

L’idea alla base del progetto, rappresenta una significativa testimonianza della presenza del terzo settore nel Territorio dell’Irpinia, si pone come una necessità soprattutto in questo periodo di crisi una mappatura completa e dettagliata della totalità dei servizi offerti.

Il problema che spesso abbiamo rilevato nel nostro agire è la scarsa conoscenza dei servizi e delle realtà presenti all’interno del proprio ambito di riferimento, a questo spesso si aggiunge una difficolta da parte dei cittadini ad orientarsi e reperire informazioni per soddisfare un bisogno o per trovare una risposta rapida in momenti di difficoltà e disagio.

L’idea di costituire un portale web del terzo settore di Avellino ha come obiettivo quello di tenere organizzate e fruibili in una banca dati, tutte le informazioni necessarie ai cittadini sulle attività dell’economia sociale sia ad Avellino che in Provincia.

Partendo dai dati delle realtà censiti dall’ Osservatorio del rischio e del disagio Sociale della Don Tonino Bello che nel 2010 ha prodotto una guida cartacea, il lavoro si sviluppa nell’aggiornamento dei dati già presenti messi in relazione alle nuove realtà. Una ricerca che classifica il Terzo Settore suddividendolo in categorie, in modo da creare strumenti di ricerca più efficaci.

Se non ci si potesse avvalere del contributo generoso e gratuito di un esercito di persone spesso ignorate e sottovalutate, che considerano l’aiuto alle fasce di popolazione più deboli e bisognose un gesto di impegno e un sacrificio quotidiano che dà senso alla loro vita, numerosi progetti del Terzo Settore sarebbero fortemente ridimensionati.  Per questo il sito vuole anche promuovere la possibilità di essere volontari in forma ordinaria o flessibile a seconda del tempo e delle disponibilità, mettendo in contatto la voglia di impegnarsi dei volontari con le esigenze delle associazioni.

Il Terzo Settore oggi costituisce una componente importante per lo sviluppo e il consolidamento di un Welfare capace di rispondere ai cittadini in stato di maggior bisogno, di fare reale prevenzione dei rischi, del disagio e del degrado. Per questo il Terzo Settore va promosso e valorizzato affinché possa dare al meglio il suo contributo insostituibile.

Il carattere innovativo del progetto è rappresentato inoltre dalla modalità di gestione integrata, allargata e in rete delle informazioni e delle risorse che consentono risposte più mirate e calibrate.

La costituzione di una Guida del Terzo settore sia cartacea che online, nella nostra Provincia ha grandi potenzialità come strumento flessibile e adattabile per la raccolta di indicatori significativi che sostengano la produzione di politiche in grado di orientare le scelte del Territorio.

Si configura, inoltre, come occasione per ricollocare e riproporre l’Irpinia verso i fenomeni dell’esclusione e dell’emarginazione nella loro giusta prospettiva, come una vera e propria porta aperta sul territorio.

In questa guida, fondamentale è la partecipazione, come elemento di ricostruzione dei percorsi che riguardano le analisi dei bisogni sociali con il coinvolgimento della cittadinanza, del Terzo Settore e del Volontariato. L’obiettivo è l’inclusione sociale verso le fasce della popolazione più deboli e più esposte alle necessità di politiche sociali non espulsive, attraverso il principio della multiculturalità, storica e di nuovi cittadini che insieme compongono la popolazione irpina. Insieme per migliorare la qualità della vita, includendo le politiche ambientali e una migliore erogazione di servizi sul territorio.

REGISTRA IL TUO ENTE/ORGANIZAZZIONE

progetto finanziato da
CSV irpinia solidale
bando gettiamo le reti 2012-2013